São Tomé e Príncipe fra le Top 10 destination 2019

Un piccolo eden nascosto, qualche confetto occultato dall’oceano nell’immensa mappa del mondo. Ma con la linea dell’Equatore a marcarlo, quasi fosse un segnale per chi ancora va in cerca di terre autentiche, integre e generose. Questo è l’arcipelago di São Tomé e Príncipe, minuscola repubblica indipendente, ex colonia portoghese situata nel cuore del Golfo di Guinea.

 

Per tanto tempo rimasto ai margini delle rotte turistiche e lontano dalla ribalta del mercato internazionale, oggi São Tomé e Príncipe si apre a visitatori e a investitori portando in dote, con orgoglio e determinazione a mantenerle tali, una natura intatta e rigogliosa, spiagge incantevoli, popolazione pacifica e cordiale, produzioni agricole e alimentari tradizionali di assoluto pregio. 

 

Il Consolato di São Tomé e Príncipe in Italia si fa promotore di questa apertura, nella convinzione che le isole abbiano grandi potenzialità per attrarre un turismo amante della natura e dei luoghi incontaminati, con un’offerta di accoglienza sempre più varia ed esempi virtuosi di hotelleria di charme e eco-luxe. Spiagge di sabbia finissima, acque turchesi e pescose, foresta equatoriale primaria, antiche fattorie coloniali portoghesi, piantagioni di cacao, caffè, spezie, frutti tropicali sono il tesoro inestimabile dell’arcipelago, che ha nell’isola di Príncipe un sito Patrimonio Unesco Riserva Mondiale della Biosfera.

 

La Repubblica di São Tomé e Príncipe (1001 kmq) è costituita da un arcipelago di circa 20 isole posto  nell’oceano Atlantico al largo dell’Africa centro-occidentale, nel golfo di Guinea. Le due isole maggiori sono São Tomé e Príncipe, distanti 140 km l’una dall’altra, e situate rispettivamente a 250 e 225 km dalla costa nord-occidentale del Gabon. Montuose e di origine vulcanica, raggiungono la massima altezza con il Pico de São Tomé (2024 m). Il clima, di tipo equatoriale, ha generato rigogliose foreste pluviali originarie, parzialmente estirpate per far posto alle piantagioni, in particolare di cacao. La popolazione conta poco più di 165.000 abitanti e le religioni principali sono Cattolica (72%) e Cristiana (10%).

L’ELEGANZA DI PALAZZO MONTEMARTINI A ROMA PER NATALE E CAPODANNO

Un luogo affascinante per menù di gusto: è la proposta di Palazzo Montemartini Rome, A Radisson Collection Hotel per le festività natalizie a cura dello Chef Simone Strano al Senses Restaurant & Lounge Bar, proprio accanto alle Terme di Diocleziano.

La cena della vigilia di Natale prevede: uovo croccante su vellutata di porri, spuma di taleggio dop, castagne e vino cotto; risotto alle cime di rapa, acciughe e limone candito; scaloppa di dentice in guazzetto ai frutti di mare; tortino alle nocciole, crema agli agrumi e gelato alla crema (€75 a persona, escluse bevande).

Per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno, accompagnati da musica dal vivo, lo chef propone: aperitivo di benvenuto e flute di champagne; aragosta, gaspacho invernale e crostini al basilico; calamaro ripieno all’agrodolce su cremoso di mozzarella di bufala e olive nere; risotto al prezzemolo, crema all’aglio ursino, polvere di peperoncino e tartufi di mare; raviolone al baccalà mantecato, crema al limone verdello e cime di rapa al salto; trancio di dentice, gambero rosso, corallo allo zafferano, ortaggi e salsa all’acqua pazza; arancio passione (€160 a persona, escluse bevande).

Il primo giorno dell’anno i festeggiamenti proseguono con il brunch di capodanno: un grande buffet, musica live e intrattenimento con animazione per i più piccoli permetterà agli ospiti di trascorrere la giornata in allegria. (€35 a persona, escluse bevande).

Palazzo Montemartini Rome, A Radisson Collection Hotel, offre 82 eleganti camere e suite, l’esclusivo Senses Restaurant & Lounge Bar con sapori locali unici e un'impressionante vista sulle Mura Serviane, le prime mura erette nell'antica Roma. Il menù del ristorante gourmet vanta uno squisito mix di piatti tradizionali italiani e creazioni culinarie innovative, mentre lo Champagne Bar offre una vasta selezione delle migliori etichette da gustare in un ambiente mozzafiato, con splendide colonne in marmo, una suggestiva fontana centrale e un tranquillo giardino esterno.

Gli amanti del benessere possono godere della Caschera Spa di Palazzo Montemartini Rome - una sofisticata esperienza di stile, con piscina idrotonica riscaldata con idromassaggio e sale per trattamenti energizzanti. Tra queste, la stanza del sale, sauna e bagno turco, docce sensoriali e cromoterapia, una sala relax con tisane.

Palazzo Montemartini Rome è luogo ideale per eventi, grazie agli eleganti ambienti versatili per conferenze e riunioni di successo. Le ampie sale con luce naturale includono l’Infinity Room al piano terra per ospitare fino a 180 persone, così come la Penthouse Suite con terrazzo che offre una soluzione unica. Il bellissimo spazio esterno, rende anche l’hotel ideale per occasioni all’aperto.

Palazzo Montemartini Rome, A Radisson Collection Hotel opera con Radisson Hospitality AB secondo il contratto di licenza internazionale con Ragosta Hotels Collection.

Radisson Collection™ è una collezione premium di hotel eccezionali situati in luoghi unici. La caratteristica di ciascun hotel della Radisson Collection è l’unicità della sua posizione e l’offerta migliore per un’esperienza contemporanea – insieme a un design moderno e a esperienze eccezionali quanto a ristoranti, fitness, benessere e sostenibilità. Progettato sia per gli ospiti sia per i locali, ogni hotel della Radisson Collection è definito sia dagli ospiti che lo visitano, sia da coloro che vi lavorano. Tutti gli hotel sono situati in luoghi prestigiosi, vicino alle principali attrazioni turistiche. Ospiti e partner commerciali possono migliorare la propria esperienza con Radisson Collection partecipando a Radisson Rewards™(in precedenza Club Carlson™), un programma di fidelizzazione globale che offre vantaggi eccezionali.

Radisson Collection fa parte di Radisson Hotel Group™ che comprende anche Radisson Blu®, Radisson®, Radisson RED®, Park Plaza®, Park Inn® by Radisson, Country Inn & Suites® by Radisson e prizeotel.

Per informazioni e prenotazioni: Palazzo Montemartini Rome, A Radisson Collection

Largo Giovanni Montemartini 20 – 00185 Roma

Tel. 06.45661 info.palazzomonemartini@radissoncollection.com

NATALE È…IN BARCA A VELA!

Dimenticate caminetti accesi e nevicate, lasciate da parte l’attrezzatura sciistica e tirate fuori dai cassetti costumi da bagno e creme solari…è Natale! Non si sono capovolte le stagioni, è il trend degli ultimi anni, quello di festeggiare le vacanze di fine anno al caldo e, possibilmente, al mare, cullati dal suono della natura e scaldati dal tepore di un cielo azzurro: in una parola, in barca a vela!

Una tendenza che si è affermata anche in Italia, come conferma Sailsquare- il marketplace di vacanze ed esperienze in barca a vela, leader in Italia e in Europa - convincendo i viaggiatori del nostro Paese che, come già avvenuto con i suoi utenti francesi, tedeschi, inglesi e americani, hanno triplicato rispetto allo scorso anno le prenotazioni sulla sua piattaforma per festeggiare Capodanno e Natale in mare aperto.

Dal cuore dei Caraibi con la meraviglia di Cuba, di Antigua, e lo splendore delle Grenadine fino alle Seychelles, sono sempre di più gli italiani che hanno scelto anche quest’anno di fare una vacanza diversa, lontana dalle mete tradizionali del periodo per immergersi -è proprio il caso di dirlo!- in una dimensione unica scegliendo tra proposte di viaggio sempre diverse e modulate secondo le singole esigenze sulla piattaforma di Sailsquare.

Un sogno natalizio? Assolutamente no, perché tutto questo è possibile grazie al dna social di Sailsquare e alla sua community in cui i passeggeri conoscono gli skipper, valutano i loro profili, leggono le recensioni delle esperienze precedenti e possono scegliere la crociera più adatta tra le centinaia di proposte per partire soli o con i bambini, in coppia o con un gruppo di amici.

E con prezzi differenti: infatti sguazzare nelle acque trasparenti dei Caraibi ammirandone pesci e fondali o scendere a terra su spiagge deserte per bagni di sole rigeneranti è alla portata di tutte le tasche perché i prezzi sono accessibili e spesso risultano meno cari di una vacanza sulla neve (per esempio, il costo medio di una vacanza esotica di 10 giorni a persona è compreso tra i 900 e 1400 euro a persona).

Dalla magica atmosfera alpina di Trenatale agli eventi gourmet quest’anno l’inverno sull’altipiano del Renon si moltiplica. E fa felici davvero tutti.

Si prepara una stagione invernale ricca di eventi sull’altipiano del Renon, vera e propria oasi alpina a due passi da Bolzano, raggiungibile in appena 12 minuti con la funivia che parte dal capoluogo altoatesino. Tra i primi eventi da segnare in calendario, Trenatale del Renon, l’incantevole mercatino natalizio che quest’anno festeggia i suoi primi dieci anni. L’apertura delle tradizionali bancarelle è fissata per il 23 novembre proprio a Soprabolzano, nei pressi della stazione dello storico Trenino del Renon, con romantici stand di legno zeppi di dolci – tra cui il tradizionale zelten, a base di frutta secca – e poi ancora miele, vin brulé, confetture ma anche manufatti di artigianato locale. Da Soprabolzano sarà poi possibile raggiungere Collalbo a bordo del trenino, per gironzolare ancora tra i banchi, o approfittare del ricco programma di concerti, letture di fiabe, giri in carrozza e teatro delle marionette. Il Trenatale del Renon a Soprabolzano e a Collalbo sarà aperto ogni weekend dalle ore 10 alle 18.30, fino al 30 dicembre (per info www.trenatale.it). Pacchetto “Avvento e Mercatini”, valido dal 23 novembre al 30 dicembre, a partire da 126 € a persona, inclusi 3 pernottamenti con colazione.

 

Trenatale è naturalmente solo l’inizio. L’altipiano del Renon è una meta ideale per tutto l’inverno, specialmente per le famiglie e per gli appassionati dello sci “slow”: merito della sua posizione, dei tanti giorni di sole e delle tariffe competitive: tutte cose che fanno del Renon una valida alternativa rispetto ai grandi domaine skiable. Qui il comprensorio sciistico del Corno del Renon (che si sviluppa dai 1.530 ai 2.260 metridi altitudine) mette infatti a disposizione degli appassionati 15 km di piste, ampie e panoramiche, dove è possibile godersi la vista spettacolare sulle vette dolomitiche – dal Gruppo del Sella allo Sciliar – per una autentica full immersion nella natura. La stagione bianca prenderà il via il prossimo 15 dicembre, con un’anteprima l’8 e il 9 dicembre: in questa occasione (e poi ancora il 15 e il 22 dicembre) gli sciatori potranno usufruire dell’Avvento Skipass Special, ovvero skipass per 2 giorni a 46,50 € (adulti) e 32,50 € (bambini).
Tra le offerte, particolarmente conveniente è il “Pacchetto invernale del benessere” valido dal 5 gennaio al 1° marzo e dal 10 al 24 marzo 2019: 7 pernottamenti a partire da € 231 a persona (nelle strutture convenzionate), oltre a tutta una serie di vantaggi pensati soprattutto per le famiglie. In particolare i bambini sotto i 6 anni possono dormire gratuitamente nella stanza dei genitori, mentre, sotto gli 8 anni, anche lo skipass è gratuito. Si potrà approfittare, tra le altre attività free, di escursioni guidate, con o senza racchette da neve, di un breve corso introduttivo allo sci di fondo, di un workshop per imparare a fare il pane in un maso e di un corso per imparare tutti i segreti dello slittino. Inoltre, nel pacchetto sono compresi sconti sugli skipass (adulti 4 giorni a 87,50 €, 6 giorni a 123 €; bambini (nati tra il 2004 e il 2010, entro il 2011 gratis) 4 giorni a 59,50 €, 6 giorni a 82,50 €; seniores (1959 e precedenti) 4 giorni a 78,50 €, 6 giorni a 110 €). Ulteriori riduzioni sono previste per noleggio e corsi di sci.
Per quanto riguarda invece le tariffe-base, il giornaliero per adulti costa 28 €, per bambini nati tra il 2004 e il 2010, 19 € (sotto gli otto anni gratis) e sono previsti inoltre pacchetti famiglie e tessere a punti (info www.ritten.com/it/altipiano/corno-del-renon/prezzi.html). Per gli sciatori più piccini, la scuola di sci Corno del Renon è perfetta: l’atmosfera è amichevole e i maestri di sci hanno un approccio giocoso e divertente, grazie anche alla notevole esperienza nell’insegnamento. La scuola è inoltre dotata di un campo prova presso la stazione intermedia della cabinovia, con due varianti di tracciato e un “tappeto magico” per il trasporto dei bambini. Ma le piste ampie, i comodi accessi agli impianti di risalita e lo snowpark presso la stazione intermedia del Pemmern, aspettano anche le evoluzioni dei freestyler, mentre non manca una snow-kite zone, poco sotto la cima del Corno del Renon, per volteggiare sopra i pendii innevati. Per gli appassionati di sci di fondo, sono a disposizione piste perfettamente preparate in un contesto spettacolare, dal facile anello per principianti di 5 chilometri, alla più impegnativa pista di 35 chilometri.
 
Gli impianti del Corno del Renon sono facilmente raggiungibili anche per chi parte da Bolzano: dal capoluogo partono, ogni ora, autobus di linea diretti a Collalbo e poi alla stazione a valle di Pemmern (dove si trova anche un ampio parcheggio, per chi preferisce usare l’auto), da dove parte la cabinovia a 8 posti fino alla Punta Lago Nero. Oppure con la Funivia del Renon si può raggiungere Soprabolzano in pochi minuti, poi prendere il trenino fino a Collalbo, infine l’autobus di linea fino a Pemmern (e con la RittenCard si usufruisce di tutti questi mezzi di trasporto gratuitamente: per info www.renon.com/it/scoprire-renon/rittencard).
La chiusura degli impianti è prevista per il 24 marzo 2019.

Calendario Epson 2019
Ghiacciai e montagne raccontano il cambiamento climatico

L'azienda giapponese ha scelto le spettacolari fotografie di Fabiano Ventura per promuovere il rispetto e la conservazione del nostro Pianeta. E quest'anno il Calendario è a impatto zero.

 

Sono i ghiacciai, quelli scomparsi e quelli che ancora abitano il nostro Pianeta, ad essere protagonisti di Testimoni del tempo, il Calendario Epson 2019, firmato da Fabiano Ventura, il fotografo professionista specializzato in tematiche ambientali e fotografia di paesaggio e montagna che da 10 anni documenta l'inesorabile azione del cambiamento climatico sulle grandi catene montuose della Terra.
Con la diciannovesima edizione dell'ormai noto Calendario d'Autore, Epson ha scelto di celebrare non solo la fotografia, ma anche il suo impegno decennale per la tutela dell'ambiente, nello sforzo continuo di rendere minimo l'impatto delle proprie attività e prodotti sul delicato equilibrio del Pianeta. Un impegno rinnovato con l'adesione agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs nell'acronimo inglese), fissati dalle Nazioni Unite nel 2015. Di questi Epson ne ha selezionati quattordici su cui concentrarsi, fra i quali l'obiettivo 13 legato al Cambiamento Climatico, rispetto al quale Fabiano Ventura porta avanti da anni una campagna di sensibilizzazione con le sue fotografie.
I dodici scatti, infatti, sono stati scelti tra le immagini del progetto fotografico-scientifico "Sulle tracce dei ghiacciai" che Ventura dirige da oltre 10 anni, visitando insieme a tecnici e scienziati le grandi catene montuose del mondo per raccontare e documentare come esse siano mutate a causa dei cambiamenti climatici.
"Con le sue fotografie - afferma Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia - Fabiano dà la possibilità anche a noi di arrivare sulle cime più alte del mondo per renderci conto di come le nostre azioni stiano portando a cambiamenti climatici drammatici. Come azienda da anni attenta all'ambiente, quest'anno abbiamo deciso di promuovere questo importante progetto e siamo orgogliosi che il Calendario Epson renda omaggio alla ricerca e a chi è in prima linea nel preservare il nostro capitale naturale."
Fotografo, alpinista e profondo conoscitore dell'ambiente montano, Ventura è riuscito a trovare nelle sue spettacolari immagini una perfetta sintesi fra bellezza e rigore scientifico.
"Nel mio lavoro - spiega Ventura - cerco di rappresentare la natura nei suoi aspetti più estremi e selvaggi, e di documentare le conseguenze dell'interazione tra le attività dell'uomo e l'ambiente. Il mio scopo è trasmettere quanto sia importante conoscere e rispettare la natura, non solo per poter godere della sua bellezza, ma anche per preservare noi stessi come specie e come civiltà. Con il progetto "Sulle tracce dei ghiacciai", lavoro insieme a un team di tecnici e scienziati per diffondere una maggiore consapevolezza ecologica."
Il Calendario mette radici in Italia per essere a impatto zero
La produzione del Calendario (carta, inchiostri, stampa, packaging e trasporti) genera circa 3 tonnellate di CO2 equivalente. Grazie al supporto di Epson Italia a progetti di nuova forestazione compensativa, sviluppati a Milano in collaborazione con Rete Clima non profit nell'ambito del programma "Emissioni CO2 Zero", l'edizione 2019 è eco-compatibile. Il Calendario mette quindi radici in Italia, regalando ai cittadini del Comune di Milano piante che, nel corso della loro crescita assorbiranno la CO2 generata durante le fasi di lavorazione del Calendario stesso.
"Sulle tracce dei ghiacciai", alla ricerca del passato per un futuro sostenibile
Con sei spedizioni sul campo (cinque già completate, l'ultima prevista nel 2020), il progetto ha lo scopo di produrre misurazioni glaciologiche e di realizzare nuove riprese fotografiche dallo stesso punto di osservazione e nel medesimo periodo dell'anno di quelle realizzate da fotografi-esploratori di fine '800 e inizio '900.
Il forte potere di comunicazione dei confronti fotografici, unito ai risultati della ricerca scientifica, contribuirà a sviluppare una maggiore consapevolezza dell'impatto delle attività antropiche sul clima e la diffusione dei dati raccolti potrà sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità di salvaguardare le risorse naturali per le generazioni future. www.sulletraccedeighiacciai.com
Calendario Epson: un prezioso oggetto artigianale in tiratura limitata.
Come ogni anno, si rinnova la sfida per le stampanti Epson. Questa volta si è trattato di restituire in stampa l'atmosfera rarefatta delle alte quote dove il colore è più puro e l'intensità della luce rende nitido e scolpito ogni particolare. Gli scatti di Ventura evidenziano un invisibile reale, la storia della riserva d'acqua dolce della Terra che anno dopo anno scompare, ma anche i cieli, le nuvole, il vento e le rocce che la maggior parte di noi mai vedrà dal vivo, ma di cui possiamo sentire il respiro.
Il Calendario, rilegato con un processo interamente artigianale e realizzato in 800 copie numerate, è composto da un totale di 9.600 fotografie originali, prodotte con stampanti, carte e inchiostri Epson, quindi incollate manualmente una alla volta.
 Epson dà la possibilità di vedere il Calendario anche online all'indirizzo www.epson.it/calendario19-ventura

Lamborghini Avventura: una spedizione di Urus alla scoperta dell’Islanda

Lamborghini Avventura: una spedizione di Urus alla scoperta dell’Islanda

Si è svolta in Islanda una nuova tappa di Lamborghini Avventura, la serie di spedizioni Lamborghini alla scoperta dei luoghi e delle strade più spettacolari del mondo. Dopo Andalusia, Transilvania e Norvegia, è stata scelta l’Islanda come destinazione ideale per testare la grande versatilità del Super SUV Urus su strade, sterrati e in paesaggi unici come quelli  islandesi.

 

Prime Lamborghini a toccare il suolo d’Islanda, sette Urus colorate hanno percorso un totale di circa 900 km in due giorni, sotto le più disparate condizioni metereologiche, da sole a raffiche di vento, pioggia e neve. Un viaggio avventura partito dalla penisola di Reykjanes a sud ovest, dove si trova la famosa Laguna Blu, l’area geotermale alimentata dalla produzione di acqua del vicino impianto geotermico di Svartsengi, caratterizzata da piscine di acqua calda dal tipico colore azzurrino.

 

Dalla laguna il convoglio si è spinto lungo la costa meridionale, toccando mete da sogno: tra queste le scogliere di Krysuvikurberg, dal nome dei due trolls che rappresentano secondo la leggenda, alla spiaggia nera di Reynisfjara, fino al promontorio di Dyrhólaey, con il suo enorme arco naturale di roccia che si protende nel mare, popolato da colonie di pulcinelle di mare che nidificano sulle scogliere e migrano d’inverno.

 

Impostato il selettore Anima su Terra, le Urus hanno poi sfidato percorsi off road e guadi, dando perfetta dimostrazione della loro guidabilità sui terreni più estremi, come sul tracciato che corre sotto il promontorio di Hjörleifshöfði fino al mare, o quello che conduce al ghiacciaio “nero” di Kötlujökull.

 

Il viaggio è proseguito attraverso i campi di lava ricoperti di muschio della zona del vulcano Laki, il lago glaciale di Fjallsárlón, all’estremità meridionale del ghiacciaio Vatnajökull, fino alla straordinaria visione della laguna dei ghiacci dello Jökulsárlón, tra iceberg e foche. E infine il ritorno alla capitale Reykjavik, cuore politico, culturale ed economico dell'isola, a restituire scene di civiltà dopo chilometri di natura e silenzio rotto solo dal rombo delle sette potenti Urus.

All'hotel Gardena di Ortisei l'estate 2018 è ricca di proposte

Un paesaggio unico, tra i più affascinanti al mondo, non a caso inserito dal 2009 nel Patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco: le Dolomiti sono un vero e proprio invito per tutti a svolgere attività outdoor in una natura spettacolare, quasi fosse un sogno ad occhi aperti vista l’incomparabile bellezza da cui si è circondati. E la Val Gardena, proprio al centro dei “Monti Pallidi”, in estate offre eccezionali alternative alle piste innevate, trasformandosi in un vero e proprio paradiso per gli escursionisti con infinite proposte, dalle semplici passeggiate su facili sentieri alle vertiginose ferrate fino alle più prestigiose vie alpinistiche.
L’Hotel Gardena Grödnerhof di Ortisei, 5 stelle che dal 2004 è parte dell’esclusiva associazione internazionale dei Relais & Châteaux, per l’estate 2018 ha messo a punto un’ampia gamma di pacchetti e proposte “en plei air”, offrendo innanzitutto ai propri ospiti la possibilità di avvalersi di un’esperta guida alpina che aiuti nella scelta di itinerari escursionisti personalizzati a seconda delle proprie capacità (preparandosi al meglio nell’area fitness dell’hotel, tra ginnastica, saune e massaggi), oltre al noleggio gratuito di bastoni telescopici, zaini e cartine escursionistiche.
Non solo. Anche gli appassionati delle due ruote hanno ampie opportunità di scelta potendo pedalare attraverso prati verdeggianti e boschi ombrosi o avventurarsi in impegnativi bike trekking d’alta quota.  In questo caso l’hotel mette a disposizione gratuitamente mountain bike, oltre alla possibilità di usufruire di un programma di escursioni guidate, sempre free. E per i meno agguerriti si può sempre optare per il noleggio a pagamento di e-bike.
 
E per finire, non lontano dall’hotel, ai piedi dello Sciliar e circondatoda prati fioriti e verdi abetaie, c’è il bellissimo campo da golf a 18 buche St.Vigil Seis, 60 ettari circa su un altopiano a 850 m di altitudine, con tutto ciò che un golfista può desiderare: lunghi fairway, tracciati meno impegnativi e buche di grande varietà, tra idilliaci laghetti, gole, ruscelli e incantevoli cascatelle. L’Hotel Gardena, essendo partner del Golf Club, offre ai propri clienti la possibilità di usufruire di una consistente riduzione sul green fee.

Novità dell’estate 2018: la nuova area Spa & fitness!
Una vera oasi del benessere tra biosaune, floating beds e bagni di vapore, per regalare un po’ di tempo a se stessi
 
A partire dalla stagione estiva, l’ampia zona wellness & spa dell’Hotel Gardena – che ha il suo fiore all’occhiello nell’esclusiva Beauty Farm Anais dove ogni trattamento si avvale dell’approccio olistico derivante dalla tradizione indiana dell’Ayurveda - diventa ancora più grande e aggiunge alla sua già esclusiva offerta di experience personalizzate di acque e saune nuove aree dedicate al completo relax di mente, corpo e spirito.
Ampia piscina, sauna finlandese, bagno di vapore aromatico, sauna lounge, biosauna, vasca di acqua fredda per immersione, lettini a infrarossi, idromassaggio all‘aperto, floating beds sono solo alcune tra le esperienze di benessere che la nuova area offre per un relax assoluto. Uno spazio accogliente dal design moderno, costruito con pregiati materiali naturali, che invita a lasciarsi andare piacevolmente e a prendersi cura di sé, lontano da impegni e routine e vicino agli elementi benefici della natura. Un ambiente unico ed esclusivo con una vasta scelta di proposte per chiudere in bellezza una giornata dedicata allo sport e alle diverse attività outdoor.

Tornano le Settimane del Vino e dell’Alta cucina all’insegna della gastronomia di eccellenza. Per riscoprire i piaceri della buona tavola

Dal 10 giugno all’1 luglio (e poi ancora dal 16 al 30 settembre) una settimana per scoprire la grande varietà della tradizione vinicola dell‘Alto Adige e le prelibate specialità della cucina locale. L’Hotel Gardena Grödnerhof di Ortisei propone una visita a una rinomata cantina della regione in compagnia di esperti sommelier. Nell‘incantevole cornice dei vigneti altoatesini locali – Ruländer, Weißburgunder, Chardonnay, Vernatsch e Lagrein – si avrà l’occasione di apprendere una quantità di informazioni utili e interessanti sul tema del vino. Durante la degustazione si assaggeranno diverse etichette pregiate della regione, e la sera si gusteranno le prelibate creazioni degli chef nel ristorante dell‘hotel o nel ristorante gourmet Anna Stuben (1 stella Michelin), dove Reimund Brunner stupirà i suoi ospiti con piatti unici e originali. Il pacchetto comprende:
7 pernottamenti con mezza pensione “Gourmet” compresi i servizi “Speciale Gardena”
Visita a una cantina vinicola dell’Alto Adige in compagnia dei sommelier con degustazione vini
1 degustazione vini nella cantina dell’hotel, in cui sarà possibile assaggiare vini scelti dell’Alto Adige
1 menu degustazione di 6 portate servito al ristorante gourmet “Anna Stuben”
1 bagno esfoliante alle vinacce con successivo massaggio nella meravigliosa beauty farm Anais
Programma giornaliero di movimento e relax
 
Prezzi a partire da 1.102 euro a persona.
La formula esiste anche in versione “short stay”: 4 giorni, da domenica a giovedì, a partire da 665 euro.


 

L'artigianato italiano di lusso sbarca in Qatar

Made in Italy si, ma rigorosamente personalizzato, capi di abbigliamento e accessori su misura, pezzi unici che fanno la differenza. La richiesta arriva dal Qatar direttamente a Valeria Mangani fondatrice di Made in Italy Luxury Artigianale, piattaforma che ha lo scopo di introdurre le PMI italiane in alcuni mercati esteri, su invito di questi ultimi, come nel caso del Qatar con la sua  Heya Arabian Fashion Exhibition patrocinata da He Sheikha Al Mayassa Bint  Hamad Bin al Thani e la sorella Aysha, figlie della proprietaria del brand Valentino, la sceicca Mozah, nonchè sorelle dell'emiro in carica. È stata proprio la sceicca Aysha, a chiedere a Valeria Mangani di portare l'eccellenza del nostro artigianato di lusso, dedicando un padiglione all'Italia, unico Paese europeo presente all'Heya, parola che tradotta in italiano significa Lei. Una fiera tutta la femminile  quindi,  che ha lo scopo di portare alla ribalta donne artigiane ma che vuole essere anche un momento di interscambio, con eventi collaterali: presentazione di libri, incontri culturali, sfilate.

 

Oltre all'esposizione nei rispettivi stand è consentita la vendita . "Anche in Qatar le donne che amano il lusso ora ricercano capi unici, personalizzati come quelli che producono le abili mani dei nostri artigiani che saranno presenti dal 25 al 29 aprile 2018 a Doha: Giuliana Guiso  la designer che col suo  brand emergente Anita Bilardi, realizzerà su richiesta borse su misura con pellami pregiati;  Simona Chiaravalle che plasma le collezioni BkiB con la preziosità dei tessuti e il design raffinato  anche degli  abiti da sera e degli originali kimoni, per l'occasione lancerà il "burkini" made in Italy che unisce la tradizione araba allo stile sartoriale italiano.

 

Ogni pezzo sarà "unico nel suo genere", dal momento che il cliente può scegliere il suo tocco finale personalizzato (come iniziali, dimensioni, decorazioni, ecc.). Kristal B sbarcherà in Fiera con i meravigliosi kaftani realizzati con le raffinate sete made in Como.  E ci sarà pure la raffinatissima Maison Vi, un’iconica dèmì-couture degna della più alta innovazione sartoriale, pur conservando la tradizione dei broccati fatti a mano, laminati e chiffon. “Siamo orgogliosi di essere l'unico paese europeo presente", precisa Valeria Mangani, "è un primo passo su un mercato, quello del Qatar che ha un grande potenziale. Intanto stiamo già lavorando per la prossima edizione che si svolgerà a novembre". Il Qatar Business Incubator Center e il Ministero del Turismo sono i promotori della manifestazione che ha lo scopo di promuovere l’imprenditoria femminile.

MONACO GOURMET: UN VIAGGIO NEL PRINCIPATO ALLA SCOPERTA DI GUSTI E SAPORI INTERNAZIONALI

Il Principato di Monaco, complice la sua anima cosmopolita, rinnova ogni anno l’offerta gastronomica con numerose nuove aperture internazionali. Dalle specialità dell’estremo oriente alle tipicità andine, dalle prelibatezze Made in Italy agli stellati francesi, a Monaco è possibile compiere un viaggio nelle cucine del mondo, tra glamour e imperdibili scorci della perla della costa Azzurra.

La via della seta del Principato: voilà la Monaco orientale

Come dei moderni Marco Polo, nel Principato monegasco si può andare alla scoperta delle più squisite prelibatezze asiatiche presentate in ristoranti che si distinguono per stile ed eleganza, capaci di far rievocare al commensale tutto il fascino dell’Oriente. A cominciare da Yoshi (1 stella Michelin), collocato all’interno della lussuosa cornice dell’Hotel Metropole Monte-Carlo e guidato dal celebre Joël Robuchon, che si distingue tra tutti per il suo ambiente tipicamente zen. La raffinatezza giapponese traspare al Nobu, inserito nel contesto del Fairmont Monte-Carlo, apprezzato per i suoi ottimi piatti impreziositi da spezie e sapori sudamericani. Altro indirizzo della terra del Sol Levante è sicuramente il Maya Bay che unisce i gusti giapponesi a quelli thailandesi per gustosi piatti con note agrodolci.

La Cina è protagonista del ristorante Song Qi curato dallo chef stellato Alan Yu, artefice di pietanze tipiche della cucina orientale quali dim sum, anatra alla pechinese e nuvole di drago. Di recente apertura, invece, è il Maya Jah, imperdibile per gli amanti della cucina indiana dove la creatività dello chef Ravinder Negi è esibita in squisite leccornie di erbe e spezie.

Tutti i gusti dell’America: l’El Dorado si trova a Monaco

Il selvaggio West si fa sentire nel Principato. Tappa esclusiva per molti appassionati di burgers e specialità tipicamente made in USA è sicuramente lo Stars‘n’Bars, una steak house perfetta per gustare selezioni di carni di alta qualità e insalate preparate con ingredienti a km0. Ultima novità monegasca per gli amanti della buona cucina americana è, invece, Grubers, un’ottima location inaugurata nel 2017 dove gustare hamburger gourmet serviti con french fries a prezzi accessibili.

L’America spopola nel Principato con un’altra esclusiva novità: il ritmo latino colora Monaco con il nuovissimo ristorante Naçionalista. Il suo fondatore è Riccardo Giraudi, noto imprenditore monegasco, che ha voluto portare a Monaco il brio e le gustosità della cucina latinoamericana con tortillas, guacamole, ceviche di pesce fresco, mojito e pisco sour.

Un firmamento di chef a Monaco: il Principato si illumina di stelle

Appartenente al gruppo Giraudi è anche la Cantinetta Antinori, storico brand di produzione vinicola, che ha inaugurato lo scorso novembre infondendo Monaco dei profumi tipici della Toscana, il tutto accompagnato dalla pregiata selezione vinicola del marchio Antinori.
 
L’Italia e la sua ricchezza gastronomica sono rappresentate anche dal ristorante Rampoldi e dall’executive chef Antonio Salvatore, in un connubio di specialità mediterranee del Belpaese create con ingredienti locali, come asparagi, ostriche, funghi e pesce fresco.
 
Il cielo di Monaco è illuminato soprattutto dai numerosi chef stellati che guidano i migliori ristoranti della piccola città-stato. A cominciare, per esempio, dal tristellato Louis XV all’interno dell’Hotel de Paris. Il menù è stato ideato dai celeberrimi chef Dominique Lory e Alain Ducasse rispecchiando i principi cardini dell’intera struttura conducendo gli ospiti in un viaggio nella Parigi della Belle Époque.
 
Un altro indirizzo è Le Vistamar (1 stella Michelin), gioiello gastronomico dell’Hotel Hermitage Monte-Carlo, che incanta gli ospiti con il suo stile intimo e delicato per assaporare pienamente la dolce vita della Riviera. Lo chef Benoît Witz ha ideato un menù con le migliori proposte regionali, come gli imperdibili barbajuan, piatto tipico monegasco preparato con somma maestria per inebriare le papille gustative dei commensali.
 
Bon Appétit!
 
Per maggiori informazioni e per un itinerario approfondito nel Principato di Monaco: www.visitmonaco.com

Singapore: due mesi all'insegna dell'arte e del food

Si conferma ricco e variegato il calendario di appuntamenti che attira a Singapore migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Tra le capitali asiatiche più moderne e all’avanguardia, la Città del Leone offre infatti ogni mese iniziative ed eventi dedicati a tematiche diverse: Singapore è sempre la destinazione perfetta, qualunque sia la propria passione!

 

Durante i mesi di aprile e maggio le parole d’ordine saranno arte e cucina. Chi ha pianificato un viaggio a Singapore e ha voglia di vivere esperienze nuove e, perché no, insolite, deve segnare in agenda il World Gourmet Summit 2018 e il Singapore International Festival of Arts, due ricorrenze che animeranno la città durante le prossime settimane con un calendario di imperdibili appuntamenti.

 

Anche quest’anno il World Gourmet Summit 2018 ritorna a Singapore. Dal 2 al 29 aprile la kermesse enogastronomica, giunta alla sua 22° edizione, accenderà i riflettori su una delle vere ossessioni dei Singaporesi: il cibo. Considerato uno degli appuntamenti più autorevoli a livello internazionale, l’evento attira ogni anno oltre 20.000 turisti desiderosi di scoprire tutti i segreti della cucina internazionale. La nuova edizione alzerà ulteriormente il livello qualitativo attraverso il tema "The Discovery WGS", che guiderà gli ospiti in un viaggio alla scoperta degli angoli meno conosciuti del mondo attraverso le loro tradizioni culinarie. Giovani promesse emergenti e chef di fama mondiale provenienti da Asia, Europa e America confluiranno a Singapore per sorprendere anche i palati più esigenti con gustose proposte culinarie e rivisitazioni moderne di piatti tradizionali.

 

Il festival, che celebra il talento e la creatività, permette di assistere ad esclusivi show-cooking di chef stellati e partecipare a degustazioni gastronomiche e vinicole, in una serie di raffinate esperienze extrasensoriali sotto la guida di Takagi Kazuo, Ryu Tae Hwan, Ross Lusted, Péter Szabò, Patrizia di Benedetto, Kevin Thornton, James Won, Alessandra Gennaro, Csaba Harmath, Artur Moroz, Akira Back e Yaroslav Artyukh.

Gli appuntamenti previsti per le tre settimane prevedono sessioni di degustazioni enologiche delle più importanti etichette del mondo, tra le quali alcune provenienti dalla Toscana, cocktails, workshops e cene a tema. Inoltre, i ristoranti partner dell’iniziativa aprono le porte di alcuni degli indirizzi più cool del momento presentando un menù studiato a quattro mani con uno chef ospite.

 

Chi avrà la fortuna di trovarsi in città durante questo periodo potrà solleticare il palato con proposte culinarie di ristoranti come Odette, Cé La Vi, CreatureS e Coriander Leaf.

 

Per maggiori informazioni: www.worldgourmetsummit.com

 

Dal 26 aprile al 12 maggio, invece, a Singapore fiorisce l’arte con il Singapore International Festival of Arts (SIFA), che celebra l’arte locale ed internazionale con un’intensa programmazione di spettacoli teatrali, letterari, visivi performance urbane, musica e danza. Organizzato e gestito in modo indipendente dalla Arts House Limited, il Singapore International Festival of Arts riunisce i migliori talenti provenienti da tutto il modo in un calendario ricco di opere pensato per un pubblico variegato ed eterogeneo. Oltre 100 eventi distribuiti in 13 location in tutta la città, tra le quali la Festival House situata a The Arts House, avranno l’obiettivo di accendere l'immaginazione, ispirare gli spettatori e provocare riflessioni e dialoghi sul tema.

 

Per maggiori informazioni: www.sifa.sg

SUPER PROMOZIONE DI MOBY E TIRRENIA:
SCONTO DEL 100% PER TUTTI I BAMBINI SOTTO I 12 ANNI

Un nuovo regalo di Moby e Tirrenia dedicato alle famiglie: i piccoli ospiti che viaggeranno verso Sardegna, Sicilia, Corsica ed Elba, godranno infatti di una super promozione pensata appositamente per loro.

Sulle prenotazioni effettuate da oggi fino al prossimo 25 aprile, per partenze entro il 30 novembre, verrà infatti applicato uno sconto del 100%, al netto di tasse e competenze, ai bambini sotto i 12 anni accompagnati da almeno un adulto pagante.

La promozione, valida sulla maggior parte delle partenze (salvo disponibilità dei posti riservati all’iniziativa), conferma ancora una volta l’attenzione delle Compagnie del Gruppo Onorato Armatori verso le famiglie che sognano di passare una vacanza indimenticabile in alcuni tra i posti più belli al mondo, non solo in estate ma anche in vista delle Feste del 25 aprile e del 1 maggio, quando sarà possibile prendersi alcuni giorni di relax e staccare dalla routine quotidiana: dalle spiagge incantate della Sardegna e il suo meraviglioso entroterra, ai panorami mozzafiato della Corsica dove sarà possibile visitare posti incantevoli come Bastia, Ajaccio e Calvi, passando per il fascino dell’Arcipelago Toscano, la storia e gli scenari naturali unici della Sicilia, belli in tutte le stagioni e tutti da scoprire.

Chi sceglie Moby e Tirrenia ha una varietà unica di opzioni di viaggio, grazie alla molteplicità di tratte e alla vasta disponibilità di moderne cabine: la Sardegna è collegata a Genova con Olbia, Porto Torres e Arbatax, a Civitavecchia con Cagliari, Olbia e Arbatax, Livorno e Piombino con Olbia, Napoli e Palermo con Cagliari. In tutto oltre 4000 partenze offerte quest’anno per l’Isola (fino a 24 in un solo giorno).

Poi c’è la Corsica, grazie alle linee Livorno-Bastia, Genova-Bastia e Nizza-Bastia con Moby, e le tratte garantite per la Sicilia da Tirrenia (Napoli-Palermo e Cagliari-Palermo), oltre ai quotidiani collegamenti per l’Elba.

Il Gruppo Onorato Armatori in totale garantisce circa 41mila partenze nel 2018, fino a 200 al giorno, ben 8 partenze all’ora, con una capacità ricettiva che non ha eguali grazie alla flotta a disposizione: fast cruise ferry di ultima generazione e di grandi dimensioni, con un’ampia capacità di trasporto passeggeri e un importante numero di cabine.

A bordo delle navi del Gruppo Onorato, le famiglie potranno godere di numerosi servizi come negozi, ristoranti, self service, boutique, cinema, sale giochi, show lounge.

Anche in questo caso, le due Compagnie pensano soprattutto al divertimento dei loro piccoli ospiti, che nel corso di tutto l’anno popolano in grande numero e rallegrano le traversate a bordo delle navi. Per i bambini è uno spasso dall’inizio alla fine grazie alle aree destinate al loro intrattenimento, ricche di giochi pensati per trascorrere ore felici in totale sicurezza. Moby, inoltre, fa salire a bordo delle sue navi i fantastici costumed characters della Warner Bros: Titti, il dolcissimo canarino giallo, l’amico-antagonista Silvestro; il buffissimo Daffy Duck e l’insaziabile Taz, per la gioia di grandi e piccini.

E per i più affamati, il menù di bordo prevede lo speciale bimbi, un allegro pasto a base di crocco Toons, le mini cotolette con le sagome dei personaggi della Warner Bros, accompagnate dalle immancabili patatine fritte e il gelato, con un gadget dei Looney Tunes in regalo.

Di giorno e di notte, viaggiare a bordo delle navi Moby e Tirrenia è sempre un divertimento grazie a Onorato Armatori, Gruppo leader del trasporto marittimo nel Mediterraneo.


..

RIAPRE LA FORESTERIA MENFI, CON NUOVE ESPERIENZE PER GLI OSPITI DEL RESORT E DEL RISTORANTE

Tante novità per la riapertura primaverile della Foresteria Menfi, dove già in questi giorni si respira l’atmosfera della Pasqua siciliana e ci si prepara ad accogliere gli ospiti con la magia dei riti familiari, la preparazione del grande pranzo delle feste, delle uova e dei tradizionali dolci fatti in casa.

Dalle stanze alla cucina, dall'accoglienza agli spazi esterni, dai servizi per gli ospiti agli spazi comuni, quest’anno l'intero resort è stato ripensato e arricchito.

 

“Il traguardo per noi - spiega Francesca Planeta - è mettere a disposizione degli ospiti tutti gli ingredienti per un'esperienza indimenticabile, attraverso la cura che dedichiamo quotidianamente ad ogni aspetto della nostra ospitalità e grazie al privilegio di operare in un luogo ‘caro agli dei’, benedetto dal clima e dal paesaggio. E proprio per esaltare il paesaggio e immergersi completamente nel silenzio che circonda la Foresteria, abbiamo pensato di rinnovare interamente gli arredi esterni e di realizzare, nel ‘giardino degli aromi’ e nei vigneti circostanti, delle aree dedicate alla meditazione, al relax e all'armonia con la natura. Un’altra novità è l’esposizione alla Foresteria di alcune delle più significative opere di arte contemporanea realizzate nel corso di ‘Viaggio in Sicilia’, il nostro progetto di residenza nomade per artisti giunto alla settima edizione, a suggellare il legame indissolubile tra arte e territorio, tra uomo e paesaggio”.

 

E se è vero che La Foresteria è una porta di ingresso al mondo delle esperienze Planeta, la prima tra queste è certamente la cucina, nel ristorante del wine resort. “Il paesaggio attorno alla Foresteria ispira fortemente il nostro nuovo menu", spiega lo chef Angelo Pumilia: “Lo abbiamo pensato come una vera e propria passeggiata dal ristorante al mare e ritorno, attraverso la campagna, i sassi, le vigne, le erbe, i vegetali, fino al pesce. Un percorso di ingredienti e di memorie, che abbiamo cercato di rendere anche visivamente, nella presentazione di tutti i nuovi piatti".

Alla carta di Pumilia, sempre più legata alle stagioni e con un occhio ancor più attento a coniugare freschezza, leggerezza e intensità, si affiancano come di consueto anche i piatti della tradizione di famiglia, già racchiusa nelle ricette del libro “Sicilia, la Cucina di Casa Planeta”, ricette che sono il punto di partenza per le lezioni di cucina che da sempre si tengono alla Foresteria.

 

E da quest'anno il Ristorante de La Foresteria sarà sempre più anche un luogo dedicato al vino, grazie all'arrivo della nuova restaurant manager Chiara Bordonaro, forte di tanti anni di passione ed esperienza nel mondo del vino e della ristorazione di qualità, in Italia e all'estero. “Vogliamo dedicare al vino l’attenzione che merita in un luogo come questo. La scoperta e la conoscenza di ogni vino devono intrecciarsi strettamente al territorio non solo in termini di abbinamento ai prodotti e ai piatti della cucina, ma anche di esperienza per l'ospite”, spiega la Bordonaro: “Da quest’anno in carta daremo grande attenzione non solo ai vini Planeta, che pur resteranno protagonisti, ma anche ad una selezione di produttori amici ed etichette che ci appassionano”.

 

Accoglienza è una parola dai tanti significati, soprattutto alla Foresteria, come ci spiega la responsabile Cristina Gionfriddo: “Sentirsi a casa propria e abbracciare la cultura di un territorio ricco come il nostro, sono queste le nostre priorità. Con l'attenzione maniacale verso tutte le esigenze dei nostri ospiti, che accompagneremo anche alla scoperta del territorio: mare, enoturismo, visite guidate nei principali siti archeologici, nelle città d'arte e nei borghi, sono solo alcune delle proposte che arricchiranno il soggiorno alla Foresteria”.

www.planetaestate.it

..

Con Alidays Travel Experiences:
torna e si rinnova il “Viaggio culinario in Giappone”


Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso dal tour “I Sapori del Giappone”, Alidays Travel Experiences propone con una formula rinnovata una delle esperienze più coinvolgenti che si possano vivere nel Paese del Sol Levante. Il “Viaggio culinario in Giappone” (dal 3 al 14 agosto - http://www.alidays.it/project/viaggio-culinario-in-giappone/ ) è un tour di gruppo che, oltre alla consueta presenza del tour leader Alidays, vede la partecipazione di due guide d’eccezione, pronte ad accompagnare i viaggiatori lungo un percorso di sapori e saperi nel cuore della cultura gastronomica giapponese.

Si tratta degli Chef Keita e Chie Oshima, madre e figlio, proprietari del rinomato Ristorante “Oasi Giapponese” di Milano: a loro va il merito di essere stati i primi ad aver introdotto nel capoluogo lombardo i deliziosi e raffinati wagashi, dolci tradizionali per la cerimonia del tè. La presenza degli chef Chie e Keita Oshima permetterà ai partecipanti di vivere la realtà nipponica come autentici local, immergendosi nella vita quotidiana del Paese e scoprendone anche gli aspetti meno conosciuti. Inoltre, le sessioni di cooking class renderanno l’intera esperienza ancora più entusiasmante.

Il mercato di Tsukiji di Tokyo sarà la location privilegiata della prima cooking class: si tratta del più esteso emporio ittico del mondo, con oltre 60mila rivenditori tra negozi e ambulanti, dai quali si acquisterà la freschissima materia prima della lezione.
La seconda lezione di cucina nipponica si terrà invece ai piedi delle Alpi Giapponesi, nel suggestivo scenario di Takayama: protagonista sarà la ricercata carne Hida, ottenuta dalla Wagy?, una particolare razza bovina i cui esemplari sono allevati per almeno quattordici mesi all’interno della prefettura di Gifa, secondo ferree procedure e selezioni genetiche.
La terza cooking class è invece prevista a Kyoto: qui i partecipanti impareranno i segreti dell’arte pasticciera locale, attestata da secoli nella dieta della società aristocratica giapponese.
Tradizione giapponese significa forse più di ogni altra cosa “cerimonia del tè”: ecco quindi che nell’antica città di Uji - la più longeva produttrice di tè dell’arcipelago - i partecipanti del viaggio prenderanno parte a questo coinvolgente momento contemplativo, per poi visitare l’incantevole santuario By?d?-in, completato nel 1052 e dichiarato Patrimonio mondiale dall’UNESCO.

Tra i diversi momenti dedicati a sondare i segreti culinari del Giappone, non mancheranno le occasioni per esplorare anche tutti gli altri aspetti che questo Paese dalle mille sfumature ha da offrire. A partire dal primo giorno a Tokyo, infatti, si visiteranno luoghi di interesse e monumenti imperdibili come il santuario di Meiji e il Palazzo Imperiale. Ci sarà tempo anche per lo shopping: a Ginza, per esempio, si potranno ammirare gli eleganti edifici e le boutique dei più importanti brand internazionali. Ad Asakusa Senso-Ji si passeggerà per Nakamise Dori, una strada costellata di numerosi negozietti che vendono artigianato e tipici souvenir, per poi fare visita al tempio Senso-ji, il più grande, sacro e antico di Tokyo. Il secondo giorno, nella città di Kamakura si visiterà il santuario buddhista K?toku-in - dove è custodita la statua monumentale in bronzo del Grande Buddha -, il tempio di Hasedera e il santuario shintoista Tsurugaoka Hachiman, per poi terminare con una passeggiata lungo la strada dello shopping Komachi-dori.

Gli amanti della tecnologia e dei fumetti troveranno di che divertirsi durante il pomeriggio trascorso ad Akihabara, il quartiere noto per la straordinaria concentrazione di negozi di apparecchi elettronici, videogiochi, fumetti e cartoni animati, costumi per il cosplay e per la presenza di locali tematici come i maid café.
A Takayama i partecipanti e le loro guide d’eccezione visiteranno l’antico avamposto militare Jinya e passeggeranno lungo le caratteristiche viuzze strette, fitte di negozi di oggetti tipici e antiquariato, botteghe artigiane, osterie e birrerie. Una volta giunti a Shirakawago si andrà alla scoperta del villaggio con le caratteristiche case rurali gashozukuri, destinate alla sericoltura (Patrimonio UNESCO), mentre Kanazawa offrirà ai viaggiatori le meraviglie del suo a Kenrokuen Garden, uno dei più bei giardini giapponesi al mondo. A Kyoto si potrà invece visitare il castello di Nijo, il tempio di Kiyomizu (Patrimonio dell’UNESCO) e il quartiere di Gion, conosciuto per la presenza delle ochaya, le scuole frequentate dalle maiko, ovvero le apprendiste geisha.
A lasciare senza fiato i viaggiatori sarà poi senza dubbio ciò che vedranno a Nara, dove sarà possibile ammirare tutti i capolavori architettonici del tempio Todaiji (considerati Tesoro Nazionale) e incontrare da vicino i magnifici cervi che pascolano liberamente nel suo cortile. Gli ultimi giorni saranno dedicati a visitare Himeji, che ospita il più importante castello del Giappone, il castello di Okayama e il coinvolgente matsuri di Awa-odori sull’Isola di Shikoku: un festival carnevalesco che, con le sue danze collettive ritmate da shamisen, gong e tamburi, richiama ogni anno oltre un milione di partecipanti.

La quota di partecipazione al “Viaggio culinario in Giappone” con Alidays dal 3 al 14 agosto è di 3.680 euro. include: 11 pernottamenti in hotel con trattamento di prima colazione, 3 cooking class, coordinatore Alidays dall’Italia per l’intera durata del viaggio, guide d’eccezione Chef Keita e Chie Oshima, visita a città, luoghi e monumenti indicati nel programma, trasporti interni con treni o bus locali, assicurazione medico bagaglio. Non sono inclusi nella quota: voli intercontinentali, tasse aeroportuali e quanto non indicato.
 

Hotel Gardena e Alpina Dolomites: due mete da sogno per un’unica vacanza.

La primavera si avvicina e come ogni anno ci si arriva sempre con le pile un po’ scariche. Vuoi il cambio di stagione, lo stress dell’ufficio e dei ritmi frenetici della città, gli “sgarri” alimentari delle feste non ancora smaltiti, sta di fatto che ciò che più si desidera in questo momento è riossigenarsi, ricaricarsi e recuperare la forma perduta. Godendo magari anche delle ultime sciate sulle bellissime piste innevate delle Dolomiti.
Ecco quindi che due tra le più belle strutture del nostro arco alpino, l’Hotel Gardena Grödnerhof di Ortisei e l’Alpina Dolomites dell’Alpe di Siusi uniscono le forze con una proposta a cui non si può dire di no: un soggiorno combinato di 7 giorni, con arrivo e partenza di domenica, che prevede 4 pernottamenti (da domenica a giovedì) in mezza pensione in uno dei due hotel a scelta + 3 pernottamenti (da giovedì a domenica) sempre in mezza pensione nell’altro (l’offerta è valida dall’11.03.18).
Per info costi 0471/796004 oppure info@alpinadolomites.it.
Una settimana a 5 stelle in cui, al divertimento sugli sci, è possibile abbinare gli esclusivi trattamenti e i pacchetti wellness offerti dalle beauty farm dei due hotel.
 
All’Alpina Dolomites Health Lodge & Spa la sensazione di benessere si avverte sin dal momento in cui si mette piede sull’altopiano: totalmente car free, qui l’aria pulita dell’alta quota e l’effetto rilassante e rigenerante del paesaggio preparano mente e corpo a ricevere i benefici dei soins de beauté della Spa, creando quell’equilibrio sinergico, tra armonia interiore ed energie vitali, alla base della filosofia dell’Alpina. Trattamenti olistici, massaggi, bagni e impacchi che sfruttano le straordinarie virtù della natura (miele, fieno, arnica, mirtillo, genziana, latte di capra, pino mugo…), eseguiti da un team di esperti professionisti, sono parte di un ricco programma benessere pensato su misura per ogni ospite.
Fiore all’occhiello dell’Alpina Spa è il Programma Detox (per il quale è stata premiata con il Spa Traveller Awards), un insieme di trattamenti unici che sfrutta i poteri detossinanti del fieno per purificare il corpo e ritrovare il proprio equilibrio psicofisico: dal peeling ad azione esfoliante che prepara la pelle a ricevere i trattamenti successivi eliminando nel contempo tossine e impurità, all’impacco per alleviare la stanchezza e sciogliere le tensioni, dal lipofango per tonificare e rimodellare la silhouette, fino al  bagno dall’azione depurativa e curativa per riattivare la circolazione sanguigna, stimolare il metabolismo, rafforzare il sistema immunitario e ritrovare le energie.
 
Per conoscere meglio tutti i programmi e trattamenti dell’Alpina Spa consultare la brochure http://www.alpinadolomites.it/pdf/alpina_spa_it.pdf
 
Vero e proprio tempio di relax e benessere la Beauty Farm Anais dell’Hotel Gardena Grödnerhof Gourmet Hotel & Spa di Ortisei, tra le molte ed esclusive proposte beauty per lei e per lui, vanta un’offerta Ayurvedica di tutto rispetto, con programmi differenziati per trattamenti e durata di soggiorno, che spaziano dal tradizionale Shirodara, il filo di olio caldo colato sulla fronte dall’effetto anti-stress, calmante e distensivo, al Pinda Sveda, massaggio rigenerante praticato con fagottini di cotone riempiti di erbe aromatiche e riscaldati, all’Udvartana a base di polveri di erbe secche, più energico e piacevolmente vivificante, per tonificare la pelle e ristabilire le giuste energie vitali. E molto altro ancora.
L’hotel offre inoltre la possibilità di seguire lezioni individuali di yoga con un maestro dedicato.

 

In arrivo The Deck: il 22 Marzo apre la nuova lounge Cathay Pacific a Hong Kong

 

Cathay Pacific inaugura all'aeroporto internazionale di Hong Kong, The Deck, la nuova Lounge ideale per concedersi una pausa di relax prima del volo.

La Lounge che aprirà ufficialmente il 22 marzo prossimo, si trova vicino al gate 16 del Terminal 1 e al suo interno si potrà trovare The Noodles Bar, per un piccolo assaggio delle prelibettezze asiatiche e The Terrace, la veranda con vista panoramica che offre un'ampia selezione di drinks e gustosi piatti.

Situata vicino al gate 16 del Terminal 1 e progettata secondo l'inconfondibile stile delle lounge Cathay Pacific di Hong Kong e di tutte quelle del network, The Deck, che apre le porte ai passeggeri il 22 Marzo, si ispira a un "salotto contemporaneo", di lusso ma sobrio, che farà sentire i clienti a proprio agio, offrendo un esclusivo senso di benessere.Paul Loo, Chief Customer and Commercial Officer di Cathay Pacific, ha dichiarato: "The Deck è costruita seguendo la formula che ha reso popolari le nostre lounge in tutto il mondo. L'investimento in esperienze che i nostri clienti apprezzano e considerano importanti sta alla base della nostra filosofia di prodotto e di servizio e ci aiuta a differenziarci dalle altre compagnie aeree. Non vediamo l'ora di accogliere i primi passeggeri nella nostra nuova lounge".

 

The Noodle BarCome nelle altre lounge, l'esperienza culinaria è il cuore di The Deck: nella Main Lounge si trova un'ampia offerta internazionale di prodotti freschi selfservice. Da non perdere è poi The Noodle Bar, molto apprezzato dai clienti di Cathay Pacific. I passeggeri che desiderano avere un piccolo assaggio di Hong Kong possono scegliere tra una selezione di cibi tipici locali, inclusi i wonton noodles in brodo, i noodles di pesce e una varietà di dim sum e bun. Sono disponibili anche una serie di prelibatezze asiatiche, come i dan dan noodles e i noodles vegetariani in stile giapponese, pronti da ordinare e gustare.

 

The Terrace

The Deck si distingue dalle altre lounge di Cathay Pacific perché si trova sulla galleria del lato orientale del terminal.

Da The Terrace, la veranda a L a cielo aperto con tavoli e sedie, è possibile godere di una visuale panoramica sull’area di stazionamento dell’aeroporto, sulle aree di manovra e sulla pista nord, mentre si approfitta dell’ampia offerta di drink e piatti del menù.

Con i suoi 823 metri quadrati, The Deck può ospitare 180 passeggeri; dispone di arredamento di design e di un’illuminazione studiata per garantire praticità, comfort e privacy ai passeggeri. L'uso di materiali naturali, l'abbondanza di piante e le opere d’arte di artisti locali contribuiscono a creare un'atmosfera accogliente.

The Deck è inoltre dotata di una zona relax, in cui si trovano sedie Solo realizzate su misura, otto docce, servizi igienici e una serie di comodi posti a sedere.

The Deck si unirà alle altre lounge Cathay Pacific presso l’aeroporto di Hong
Kong - tra cui The Bridge, The Pier Business e First Class, The Wing Business e First Class e The Arrival - per offrire ai clienti un'esperienza di viaggio unica. The Cabin invece, chiuderà il 30 aprile.

Per maggiori informazioni sulle lounge Cathay Pacific:
https://www.cathaypacific.com/cx/it_IT/travel-information/flying-with-us/alllounges/hong-kong-international-airport-lounges.html

Tra mare e gastronomia orientale con la promozione Imbarco Immediato di Cathay Pacific - vai in Malesia con soli 595 euro

Cathay Pacific continua con la sua fantastica promozione "Imbarco Immediato": ogni mese una tentazione diversa per regalarsi un viaggio, approfittando di speciali tariffe offerte dalla Compagnia di Hong Kong.

Per chi desidera fuggire dall’inverno ed è alla ricerca di una meta esotica, non c’è niente di meglio di un tuffo nel mare cristallino della Malesia. Magnifiche isole incontaminate, come quelle dell’arcipelago di Redang, accolgono tutto l’anno numerosi viaggiatori offrendo panorami mozzafiato e una colorata vita sottomarina che attirerà soprattutto gli appassionati di immersioni e snorkeling.

Gli amanti della cucina orientale, invece, scopriranno il meglio della tradizione asiatica in un tour gastronomico del Vietnam. Ogni città presenta infatti le sue specialità culinarie da non perdere: dal Pho di Hanoi, zuppa di noodles servita con carne di manzo o pollo, al Bahn Mi Tay, tipica baguette ripiena da gustare nelle diverse bancarelle sparse per il centro di Ho Chi Minh City, passando per gli iconici spring rolls, involtini di verdure e gamberi declinati in diverse varianti da nord a sud.

Dal 6 al 19 febbraio 2018 è possibile prenotare il proprio viaggio nelle più belle destinazioni asiatiche approfittando della promozione "Imbarco Immediato". Speciali tariffe promozionali consentiranno di viaggiare dal 20 febbraio al 30 giugno 2018 in Economy Class, ad esempio:

-       Kuala Lumpur A/R a partire da 595 euro in Economy Class
-       Penang A/R a partire da 595 euro in Economy Class
-       Hanoi A/R a partire da 685 euro in Economy Class
-       Ho Chi Minh City A/R a partire da 685 euro in Economy Class

Le tariffe A/R, disponibili sul sito cathaypacific.it, includono tutte le tasse e i supplementi e sono soggette a disponibilità e diverse restrizioni1. Per rendere ancora più facile e veloce la prenotazione, da oggi è disponibile inoltre il pagamento tramite PayPal.

Il sistema di intrattenimento con schermo personale e contenuti on demand, la proposta gastronomica ricercata e le tante altre piccole attenzioni riservate ai passeggeri della Compagnia di Hong Kong renderanno il viaggio ancora più memorabile già dalla partenza, in pieno stile Life Well Travelled.

La promozione "Imbarco Immediato", acquistabile sul sito cathaypacific.it e in agenzia di viaggio, si applica anche ad altre destinazioni raggiunte da Cathay Pacific. Numerose sono le offerte del mese per volare:


-       in Economy Class (oltre a Malesia e Vietnam, anche Hong Kong, Cina, Indonesia, Cambogia, Giappone, Australia, Nuova Zelanda), dal 20 febbraio al 30 giugno 2018;
  -       in Premium Economy (Hong Kong, Cina, Malesia, Giappone, Australia e Nuova Zelanda), dal 20 febbraio al 30 giugno 2018;
  -      in Business Class (Hong Kong, Cina, Australia e Taiwan), dal 20 febbraio al 30 giugno 2018.

Dieta mediterranea is the new wellbeing

La pluripremiata Spa di Borgo Egnazia, in Puglia, cresce e si evolve verso un approccio di benessere a 360° in sinergia con un’alimentazione ispirata ai principi della dieta mediterranea. Tra le novità attese per la primavera, tre diversi e inediti “ritiri” che punteranno su yoga, danze terapeutiche e attività all’aria aperta. A disposizione degli ospiti, un team composto da nutrizionista, chef
e terapisti-artisti

Tarant, Iyengar Yoga e Fùre: tre nuovi programmi, per mente e corpo in
perfetto equilibrio

Lo sostiene anche l’autorevole rivista statunitense U.S. News and World Report: la dieta mediterranea è la migliore al mondo (analisi 2018), sia per efficacia che per facilità di metterla in pratica. Ed è proprio da qui che “ricomincia” Vair: a partire dalla prossima primavera, la Spa di Borgo Egnazia – da sempre promotrice di una filosofia di benessere che ristabilisca equilibrio tra mente e corpo – proporrà ai propri ospiti tre nuovi e speciali ritiri: non programmi disponibili tutto l’anno, ma appuntamenti stagionali che prevedranno (tra le altre cose) un’alimentazione su misura studiata da un nutrizionista e ispirata ai principi della dieta mediterranea. Tarant, ad esempio, è il retreat pensato per le donne alla ricerca del proprio potenziale femminile: si ispira al fenomeno del tarantismo – antichissimo rito comunitario pugliese – ed è uno straordinario mix di danze, trattamenti Spa, musiche tradizionali e, naturalmente, piatti del territorio capaci di creare un benessere psico-fisico profondo. Tra le attività pensate nell’ottica della valorizzazione e riscoperta del gusto, anche l’assaggio di alcuni “cibi proibiti” (particolarmente grassi o calorici) proposti però in combinazione con altri alimenti o cucinati con particolari accortezze. Altrettanto unico è il ritiro che sfrutta la combinazione tra alimentazione mediterranea (con una dieta sempre studiata su misura) e il metodo originale del Maestro Iyengar: solo due pasti al giorno, seguiti da 16 ore di digiuno, per disintossicarsi e ristabilire l’equilibrio grazie anche a sedute di yoga e all’intenso rito di purificazione Spirt. Infine, Fùre: perfetto per chi vuole ritrovare la forma e liberare la mente, questo programma prevede, come lascia intendere il suo nome, tanta attività fisica all’aria aperta, tra mare e distese di ulivi, tra vento e sole, di nuovo a contatto con la natura. Si saltano i muretti a secco, ci si arrampica sulle piante, si gioca a ping pong o magari ci si cimenta con qualche numero di giocoleria: totale libertà, unita a una dieta tailor made basata su prodotti locali e pensata per dare il giusto e nutrimento al corpo.
A supporto, dalle cucine di Borgo Egnazia, tutto il team dell’executive chef Domingo Schingaro: a loro il compito di trasformare in piatti squisiti tutti i migliori prodotti appartenenti alla biodiversità pugliese, dalle verdure alle carni, dal pesce all’immancabile olio extravergine di oliva.
 
Dettagli, date e prezzi dei ritiri:
TARANT: disponibile dal 22 al 26 marzo, dal 5 al 9 aprile, dal 17 al 21 maggio, dal 18 al 22 ottobre, dal 22 al 26 novembre.
4 notti con pensione completa (bevande, infusi e centrifugati inclusi), tutti i trattamenti e utilizzo di sauna, bagno turco, piscina coperta e palestra, a partire da € 3.141 per persona in Villa Bella (occupazione doppia).
IYENGAR YOGA: disponibile dal 3 al 10 maggio e dall’11 al 18 ottobre.
7 notti con pensione completa (bevande, infusi e centrifugati inclusi), 12 lezioni di yoga, trattamento Spirt e utilizzo di sauna, bagno turco, piscina coperta e palestra, a partire da € 3.156 per persona in Corte Bella (occupazione doppia).
FÙRE: disponibile dal 15 al 19 marzo, dal 26 al 30 aprile, dal 10 al 14 maggio, dal 24 al 28 ottobre, dal 1° al 5 novembre.
4 notti con pensione completa (bevande, infusi e centrifugati inclusi), programma Fùre di 3 giorni e utilizzo di sauna, bagno turco, piscina coperta e palestra, a partire da € 1.693 per persona in Corte Bella (occupazione doppia).

I Musei del Cibo della provincia di Parma

Dopo la  pausa invernale, sabato 3 marzo, riaprono i Musei del Cibo della provincia di Parma: un circuito di sei musei dedicati ai prodotti tipici del territorio parmense e precisamente  il Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna, della Pasta e del Pomodoro a Collecchio, del Vino a Sala Baganza, del Salame a Felino, del Prosciutto a Langhirano. Tutti ospitati in sedi espositive veramente uniche: il caseificio della metà dell’Ottocento, unico al mondo a pianta circolare a Soragna, la “Corte di Giarola” a Collecchio, storica Grancia benedettina risalente all’anno Mille, sorta lungo il tracciato della Via Francigena, la Rocca di Sala Baganza della seconda metà del 1200 di proprietà prima dei Sanvitale e poi dei Farnese e dei Borbone, il trecentesco Castello di Felino e infine l’ex Foro Boario di Langhirano, ampia costruzione ad arcate in sasso e cotto.
Sono tantissimi i cimeli e le curiosità tra i 1684 oggetti esposti: l’antica caldaia per il Parmigiano in rame a fuoco diretto della metà dell’Ottocento; le vetrine con la storia della grattugia; un intero pastificio, perfettamente restaurato (1850); il più antico campione di spaghetti industriali conosciuto (1837); la galleria della pubblicità storica della pasta, la Topolino pubblicitaria del concentrato in tubetto Mutti; la collezione di 105 latte di conserva (tutte databili al 1938); la storia dell’apriscatole (unica in Italia) con 32 esemplari diversi. E poi ancora anfore, dolio e rarissime brocche di vetro di epoca romana; bottiglie originali di vini parmensi (dal 1832 al 1909); le straordinarie cucine rinascimentali del castello di Felino; la rossa insaccatrice gigante da salami e sali provenienti da tutto il mondo oltre agli oggetti legati al sale di Salsomaggiore.
I musei sono aperti il sabato, la domenica e tutti i giorni festivi fino all’8 dicembre (compreso). Per ulteriori informazioni www.museidelcibo.it.

Norwegian Cruise: le mini crociere in Europa

Il programma degli itinerari 2018 in Europa inizia con una mini-crociera di 3 giorni nel Mediterraneo Occidentale a bordo della Norwegian Epic per il ponte del 25 Aprile. Una fuga che anticiperà l’estate portando gli ospiti a scoprire il fascino partenopeo del capoluogo campano e la città eterna attraverso gli scali a Napoli e Roma. L’itinerario, in partenza da Barcellona, permetterà agli ospiti di trascorrere un weekend ricco d’arte, cultura e divertimento nella città catalana prima dell’imbarco, sfruttando al massimo il primo grande ponte di primavera.


L’estate 2018 sarà la stagione perfetta in cui partire per un long weekend nelle città europee  meno conosciute dai viaggiatori italiani. Gli ospiti potranno imbarcarsi a Southampton (Londra) e sbarcare ad Amburgo o viceversa. Le due mini-crociere prevedono entrambe un’intera giornata in mare in cui coccolarsi con un massaggio di coppia nella Mandara Spa®, gustarsi un drink con gli amici a bordo piscina, assistere a coinvolgenti spettacoli di Broadaway o ballare sotto le stelle fino a notte.
Quest’anno anche i ponti autunnali rappresenteranno un’ottima occasione per ritagliarsi qualche giorno di respiro dai doveri quotidiani e festeggiare Halloween a bordo di una nave da crociera.

 

Coppie, famiglie e gruppi di amici potranno infatti sfruttare il long weekend di Ognissanti partendo per una mini-crociera di 4 giorni nel Mediterraneo occidentale a bordo della Norwegian Epic, imbarcandosi proprio il giorno di Halloween a Roma (Civitavecchia). Il glamour di Cannes, il fascino del Vecchio Mondo di Palma di Maiorca, l'arte e l'architettura di Firenze e le vibrazioni di Barcellona faranno da sfondo a questa mini-vacanza, rendendola davvero indimenticabile.


Da 51 anni Norwegian Cruise Line è un innovatore radicale del segmento crocieristico: la sua è una storia di superamento dei canoni e dei limiti connessi alla tradizionale vacanza in crociera. In particolare, Norwegian ha rivoluzionato il mondo delle crociere offrendo agli ospiti la libertà e la flessibilità di creare la loro vacanza ideale seguendo i propri ritmi, potendo scegliere fino a 28 opzioni di ristorazione, un premiato intrattenimento, un servizio clienti di alto livello e molto altro in tutte le 15 navi. Il tutto senza orari prestabiliti per cenare e dress code formali a cui sottostare, garantendo inoltre una varietà di opzioni di intrattenimento senza eguali.

 

Oggi, Norwegian invita gli ospiti a godere di una rilassante vacanza in mare in stile resort a bordo di alcune tra le più nuove e moderne navi del comparto crocieristico con un’ampia varietà di sistemazioni, tra cui The Haven by Norwegian®, area di lusso con piscina e ristoranti privati, servizio concierge e maggiordono personale.

Un viaggio alla scoperta delle gemme di Singapore

Architettura, natura e quartieri assolutamente da non perdere: Singapore offre a tutti i turisti esperienze di viaggio indimenticabili.

Che si sia appassionati di tradizioni o si cerchi la modernità, che si amino gli edifici più avveniristici o piuttosto la natura più rigogliosa, Singapore è una delle mete più stimolanti d’Asia. Non solo icone conosciute in tutto il mondo come il Marina Bay Sands, che con il suo profilo e la sua inconfondibile infinity pool caratterizza lo skyline della Città-Stato, ma anche angoli di città ancora poco esplorati che riservano a tutti i curiosi esperienze che tolgono il fiato.

 

Quartieri

Un soggiorno a Singapore non può che iniziare da Chinatown, uno dei quartieri più colorati e rappresentativi della città. Con una popolazione di origine cinese che tocca circa il 75%, è lampante come questa sia una delle aree dove si concentra tutta la vitalità della città. Qui tradizioni, usanze e costumi affascinano locali e non attraverso riti e atmosfere orientali.

Considerata una delle zone storiche di Singapore, negli scorsi anni una grande opera di restauro ha riportato a lucido shop-house – tradizionali case a due piani con negozi o ristoranti al piano terra e le abitazioni al piano superiore – negozi, ex fumerie d’oppio e abitazioni maestose che evocano ricordi della "vecchia" Singapore.

 

Proseguendo lungo la riva sinistra del fiume si giunge al Civic District, uno dei quartieri che ha vissuto il suo massimo splendore durante il periodo coloniale. Da qui è nata la Singapore che conosciamo oggi, ricca di cultura e storia. 

La musica e l’arte sono le protagoniste indiscusse di questa zona dell’isola. Proprio qui, infatti, sorge la National Gallery di Singapore, una delle più importanti istituzioni dedicate alle arti visive. Museo dall’architettura innovativa, la National Gallery riunisce eleganti vecchi edifici della Corte Suprema e del Municipio con uno spettacolare tetto dorato che copre una galleria pubblica disposta tra i due edifici. Con più di 8.000 opere, un calendario di eventi inestimabile e collezioni firmate dai più autorevoli artisti del panorama asiatico, lo spazio contiene la più grande collezione pubblica di arte moderna a Singapore e nel sud-est asiatico.

 

Architettura

Difficile non rimanere stupiti dallo skyline di Singapore. Opere architettoniche progettate da architetti futuristi di fama internazionale svettano lungo la linea d’orizzonte, dando una forma e rappresentando l’essenza della città Stato.

A tal proposito è impossibile non citare l’ArtScience Museum, che sorge nell’area di Marina Bay ed è il primo museo dedicato all’interazione dinamica tra arte e scienza. Ideato e progettato dall‘architetto Moshe Safdie, lo spazio si articola in 10 strutture che, simili a dita, si protendono verso l‘alto e ospitano 21 gallerie illuminate da luce naturale. Realizzato principalmente con l’utilizzo di vetro e materiali metallici, l’edificio raggiunge nel punto più alto i 60 metri di altezza ed è circondato da un laghetto di ninfee. Diventato uno dei simboli della città, il museo si affaccia sul quartiere moderno e offre delle vedute mozzafiato sul centro di Singapore.

 

Il perfetto punto per osservare il sole che cala ed irradia la città con luce dorata è l’Henderson Waves Bridge. A 36 metri d’altezza, il ponte pedonale più alto di Singapore regala una vista sulla città unica grazie alla sua forma ondulata. Fedele al suo nome, il ponte riproduce la forma di un'onda, curvando e torcendosi lungo tutta la sua lunghezza di 274 metri. La sua forma è ancorata da archi di acciaio e riempita con doghe di legno e sovrasta una zona dove gli scorci urbani regnano sovrani. 

 

Natura e wildlife

Per tutti gli amanti degli animali che sono alla ricerca di esperienze nuove, il Kebun Baru Birdsinging Club è il posto ideale dove trascorrere mezza giornata.  Situato ai piedi di una collina che fa parte dell'Ang Mo Kio Garden West, in una cornice naturalistica unica, il parco consente di assistere a veri e propri concerti di particolari specie di pennuti. I merbok, gli shama, i mata puteh and i jambul, intonano dolci melodie in grado di incantare anche i visitatori più scettici. Da non perdere le competizioni e gli eventi che solitamente si svolgono di domenica: una schiera di giudici decreta ogni settimana il vincitore più talentuoso in base alla sua capacità di cantare, alla qualità tonale, alla resistenza, alla vivacità, alla lunghezza della coda e alla bellezza.

 

160 mila piante di 200 specie diverse, 101 ettari di parco e una foresta di alberi alti dai 25 ai 50 metri: Gardens By The Bay è l’oasi più grande e innovativa di Singapore. Situato nel cuore pulsante della città, il parco offre infinite attrazioni tra cui lasciarsi guidare in un viaggio alla scoperta della natura. Il simbolo indiscusso di questa iconica attrazione resta il Supertree Grove dove ogni giorno i grandissimi alberi si trasformano in opere d’arte luminose grazie allo spettacolo di luci Garden Rhapsody - che va in scena ogni giorno a partire dalle 19.45.

HOTEL TYROL

SAN VALENTINO E LO SKI SAFARI SELLA RONDA

 

Per la settimana di San Valentino, lo storico hotel Tyrol di Selva di Val Gardena ha preparato un divertente giro con gli sci per gli “innamorati sciatori” con un maestro certificato per esplorare il leggendario giro del “Sellaronda”, una sciata unica e indimenticabile tra le Dolomiti. Si parte dalla Val Gardena si arriva a Corvara si “scende” ad Arabba e si torna a Selva, passando per Canazei.

Nel pacchetto di San Valentino sono incusi anche massaggi di coppia e un massaggio relax nella ThermoSpa, sospesi su un lettino ad acqua.

Lo chef Alessandro Martellini intanto prepara romantiche cene con tanti piatti tipici alpini: un tripudio per il palato. Dai piatti di Alessandro Martellini sboccia la creatività e l’abilità di chi alla tecnica unisce anche la passione. L’esplorazione di nuovi abbinamenti e la ricerca della qualità da presentare in tavola rendono il lavoro dello chef Alessandro Martellini e del suo team un importante impegno quotidiano, per stupire gli ospiti. Tra le novità della stagione: il nuovo ristorante Suinsom, inaugurato a dicembre 2017.

Il pacchetto speciale, esclusivamente preparato per la settimana di San Valentino, prevede 7 notti: l’hotel Tyrol sa regalare atmosfere uniche, grazie all’attenzione per i dettagli dei patroni di casa, Bibiana Dirler e Maurizio Micheli che sanno illuminare il soggiorno degli ospiti con il loro sorriso, aprendo la propria (ormai storica) casa e svelandone gli aneddoti e la filosofia che rende questo hotel un luogo famigliare dal mood alpino.

La raffinata cucina gourmet, la spa di ultima generazione con una piscina in pietra, saune e hammam, una sauna esterna, in giardino, circondata dalla neve, il ricco menu dei trattamenti benessere, un eccellente servizio mantengono viva la tradizione di una casa di montagna arricchendola e migliorandola con i comfort contemporanei.

SCIARE

Highlight invernale dell’hotel Tyrol è la vicinanza allo skilift: pochi metri lo separano dalla skiroom dell’hotel. In meno di un minuto si è letteralmente in pista. Grazie al collegamento con Dolomiti Superski - il più grande carosello sciistico al mondo - e la vicina Alpe di Siusi, è un eldorado per gli sportivi invernali.

Qui inizia il celebre Sellaronda, sogno degli amanti dello sci. Altra comodità è l’acquisto dello ski pass direttamente in hotel e la prenotazione di corsi di sci a prezzi agevolati.

Oltre allo sci, si possono provare le ciaspole: con le esperte guide alpine gli ospiti dell’hotel Tyrol possono scoprire i suggestivi panorami invernali o seguire le tracce fresche di un capriolo o di un cervo.

La magica Vallunga a Selva Gardena offre agli appassionati dello sci di fondo un circuito meraviglioso circondato da un panorama dolomitico ineguagliabile. 12 km di piste disegnate tra boschi, colline e prati innevati da vivere appieno praticando questo sport antico, divertente e impegnativo.

I più sportivi possono provare l’arrampicata sportiva su pareti ghiacciate e su cascate di ghiaccio, un’esperienza elettrizzante e coinvolgente.

Lovely Tyrol – limitatissimo

 

Dal 10.02 al 17.02

7 notti – a partire da € 2125 a persona in mezza pensione

 

La quota per persona in camera Superior Panoramica - occupazione 2 adulti - include:

  • tutti i servizi Tyrol Experience Winter 2017 – 2018

  • buono valore di € 40 per persona da spendere nel nostro nuovo ristorante Suinsom

  • 1 massaggio di coppia nel Paravis Tyrol per 2 persone

  • 1 massaggio schiena con tecniche e manovre specifiche indicate a coloro che svolgono attivita’ fisica

  • 1 relax in ThermoSPA –   piacere per tutti i sensi, sospesi nell’acqua

  • 1 massaggio piedi e gambe

  • 1 romantico Ski Safari Sellaronda con maestro certificato

  • early check-in arrivo ore 10.00 + late check-out partenza ore 16.00

Il progetto portale dell’aQCua

Il progetto portale dell’aQCua è un’installazione di design che nasce con l’obiettivo di comunicare i valori del marchio QC Terme attraverso l’arte.  Si tratta di un’opera dedicata all’acqua in metallo specchiato animata da luci.  La sua direzione artistica è stata affidata a Matteo Ragni, designer di fama internazionale e vincitore di due premi Compasso d’Oro che all’attività principale affianca quella di docente in diverse università internazionali.


Dal 1 febbraio 2018 al 20 marzo 2018, per tutta la stagione sciistica, il portale sarà esposto sulle piste di Courmayeur, dando il via al primo fenomeno di Snow Art del mondo. Un nuovo modo di comunicare e sorprendere, inserendo un’installazione artistica nel contesto alpino per eccellenza,  la skiarea Courmayeur Mont Blanc, il tetto d’Europa.


Il Il portale è un’installazione in metallo specchiato composta da americane in alluminio che vengono tamponate da pannelli con finitura a specchio. I pannelli riproducono degli archi che conducono il visitatore verso un portale composto da una parete d’acqua. Raggiungibile solo sugli sci, il portale sarà posizionato in una cornice panoramica e scenografica unica al mondo e specchierà le cime del Monte Bianco creando un effetto spettacolare ad una quota di 2024 m s.l.m.  Il sito è in sommità del crinale sud-ovest del Mont Chetif che divide la conca del Checrouit dalla Val Veny in corrispondenza della località Courba Dzeleuna, poco più a valle dell’arrivo dell’omonima seggiovia, proprio dove un tempo sorgeva una piscina, come a sottolineare il suo legame con l’acqua.

Please reload

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com