ASPI e ONAV: Per la prima volta unite l’anima dell’Assaggiatore e del Sommelier

March 7, 2018

Riunire l’anima del sommelier e quella dell'assaggiatore di vino per diffondere una cultura enologica ancor più qualificata. È questo uno degli obiettivi principali dell'alleanza siglata a Milano, presso l’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere a Palazzo Brera, tra ASPI - Associazione della Sommellerie Professionale Italiana e ONAV - Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino.

Si tratta di un’iniziativa unica, perché per la prima volta in Italia due associazioni decidono di creare un unico  polo tecnico, formativo e didattico nel mondo del vino italiano, che migliori gli standard qualitativi e la preparazione degli iscritti. ASPI e ONAV intendono, così, offrire una formazione univoca dell’Assaggio tecnico e della Sommellerie professionale, contribuendo a diffondere insieme una cultura del vino comune a tutti i livelli: sommelier, appassionati, professionisti e cultori del vino.

Sarà unificata (previa abilitazione) anche la form

 

azione e l’utilizzo dei docenti, così come l’uso dei testi e della guida dei vini Prosit, strumento innovativo, on line, presentato lo scorso anno da Onav. Sarà possibile frequentare i corsi e completare i percorsi formativi in tutte le sedi regionali delle due associazioni. E se un Assaggiatore desiderasse diventare anche Sommelier professionista, o viceversa, si potrà passare da un tipo di formazione all'altro integrando con apposite lezioni e superando il relativo esame.

A livello organizzativo, ci saranno un unico Comitato Scientifico e compartecipazioni nei rispettivi Consigli Nazionali, nelle manifestazioni per i soci sul territorio nazionale e nei Concorsi per le nomine dei migliori Sommelier e Assaggiatori. Le strutture istituzionali, amministrative e gli organigrammi delle due associazioni rimarranno, invece, invariati. Sarà uno scambio di conoscenze e di saperi, un trasferimento di know how, che contribuirà a qualificare entrambe le categorie, arricchendone il bagaglio culturale. Di fatto i due sistemi si fonderanno per creare un percorso formativo più ricco, completo e qualificante, che consentirà in futuro di promuovere e sviluppare nuove sinergie.

 “Onav - spiega Vito Intini, Presidente dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino - offrirà le proprie competenze in campo tecnico-enologico nell’arte dell’Assaggio, della formazione post-universitaria, nella formazione dei consumatori e dei tecnici a partire dal livello più semplice (amico Onav) all’Assaggiatore patentato, all’Esperto Assaggiatore fino al livello più alto di Maestro Assaggiatore, lasciando ai tecnici diplomati e laureti i titoli di Assaggiatore ed Esperto Assaggiatore Tecnico. Oggi, grazie a questa alleanza - conclude Intini - i nostri soci potranno allargare i propri orizzonti ed essere in grado di dare un giudizio ancora più significativo, completo e autorevole sulla qualità del vino”.

“ASPI -  spiega Giuseppe Vaccarini, Presidente dell’Associazione della Sommellerie Professionale Italiana - offrirà la  propria professionalità nella formazione di Coppieri e Sommelier professionisti, accompagnando questi soggetti attraverso un percorso unico nel proprio genere in Italia e il solo ad essere riconosciuto dall’Asi - Associazione della Sommellerie internazionale e conducendo il candidato, preparato allo sbocco professionale, con stage e formazione guidata da tutor”.

 


 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com