SALMONE SELVAGGIO DELL’ALASKA: TOP DEL GUSTO SULLA TAVOLA DELLE FESTE

November 16, 2018

Ci sono i piatti e i dolci della tradizione, le bollicine, la mise en place curata e sfavillante. Ci sono gusti e tendenze innovative per chi ama ricette sfiziose e, perché no, magari anche insolite. E poi c'è lui: sua maestà il salmone, così eclettico da mettere d’accordo tutti i palati. Naturalmente deve essere di ottima qualità e, se volete andare sul sicuro, scegliete il Salmone Selvaggio dell’Alaska, non a torto definito uno dei gioielli del Pacifico.
A rendere eccellente questo pesce straordinario sono le sue peculiarità. Il Salmone Selvaggio dell’Alaska deve innanzitutto la sua eccellenza all’habitat in cui sviluppa il suo percorso di vita, acque fresche e pulitissime in cui si nutre di plancton e di piccoli crostacei altrettanto incontaminati. Tutto questo fa sì che le carni siano magre e sode , con il classico sapore di mare, proprio come se fosse appena pescato.
Inoltre, la pesca, in Alaska è regolamentata da rigorose leggi dello Stato che ne definisce le tempistiche, da giugno a ottobre, e le inderogabili quantità consentite in modo tale da permettere una controllatissima sostenibilità ambientale.
In questo periodo dell’anno, il Salmone Selvaggio dell’Alaska è disponibile congelato (senza che questo ne comprometta l’eccellenza in fatto di sapore e naturalità) oppure affumicato, con tante possibilità, con entrambe le versioni, di portare in tavole ricette creative e particolari.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com